UNUSUAL FLORENCE BOTANICAL EDITION





 



UNUSUAL STORY

Il progetto Unusual Florence nasce indipendente ed autosostenuto dal 2013 dalla creazione di un prodotto cartaceo tangibile e collezionabile.
Un percorso che collega le più varie tipologie di attività dentro e fuori le mura di Firenze.
Luoghi da visitare e conoscere nella città spesso sconosciuti anche ad i suoi abitanti.


The Unusual Florence project was born independently and self-financed since 2013 from the creation of a tangible and collectible printed guide.
A path that connects the most varied types of activities inside and outside the walls of Florence.
 
Places to visit and to discover in the city often unknown even to its inhabitants.


UNUSUAL THEME


Dal 2019 è Botanical Theme: alberi centernari della città, giardini pubbblici e privati.
Il verde fiorentino viene proposto con la nostra visione inusuale dell’elemento di cui questa meravigliosa città è ricca oltre alle famose opere d’arte per la quale è conosciuta.
La natura per noi è l’opera d’arte originaria e primaria, da cui tutto scaturisce.

Since 2019 Unusual is Botanical Theme: centenarian trees of the city, pubblic and private gardens.
Florences green is proposed with our unusual vision of the elementsvfrom which this wonderful city is rich in addition to the famous works of art for which it is known.
 
Nature for us is the original and primary work of art, from which everything springs.


UNUSUAL PLACES



1. AMBLÉ *

Piazzetta dei Del Bene, 7a – 055.268528 – amble.it


Aperto dalla colazione fino a mezzanotte, Amblé serve healthy food, tramezzini, insalate e crostoni preparati con prodotti genuini a km 0, oltre che bevande e cocktails.

Al suo interno trovano spazio la web-radio RADIOAMBLé, che trasmette musica 24/7, live dj sessions e talks e lo show-room e store di arredi di design contemporaneo e sostenibile. [lun-dom 11- 00]


Open from breakfast to midnight amblé serves healthy food, sandwiches, crostoni and salads made with genuine local ingredients, and cocktails. It’s also the venue for radioamblé, that broadcasts music 24/7, live dj sessions and talks and it’s a show-room and store of sustainable and contemporary design. [mon-sun 11- 00]




2. ATELIER DE’ NERLI

Piazza dei Nerli, 8r – 055.7602982 – atelierdenerli.it


Un luogo d’incontro intimo e vivace, un bistrot con l’anima da galleria nel quartiere di San Frediano. Un luogo dove assaporare piatti semplici che rispettano il ciclo delle stagioni, circondati da manufatti di alto artigianato fiorentino.


Atelier de’ Nerli is an intimate and lively venue, a unique bistrot with an artistic allure located in San Frediano district. A place where you can taste simple seasonal dishes, surrounded by exclusive Florentine craftmanship handicrafts.



3. BABAE *

Via di Santo Spirito, 21r – 055.6144429 – babaefirenze.it 


Da Babae puoi sederti a un tavolino o in comode poltrone, puoi parlare, mangiare o anche lavorare al computer. Avrai sempre l’impressione di trovarti in un giardino d’inverno nel cuore di Firenze.  In effetti è proprio così, Babae è il ristorante-bistrot a Firenze che vuole sorprenderti, proprio come il suo nome: un’esclamazione latina di meraviglia, come WOW.


Located in the center of Florence is the small restaurant Babae. From the early hours of the morning until late night, our doors are open for anyone who wishes to relax for a moment. No matter if it’s just for a quick coffee, drinks with friends or dinner with a loved one, Babae is the place to be.



4. BABY BOTTEGA 

Via il Prato, 53-55r – 055.286091 – babybottega.com


Baby Bottega è un negozio innovativo di design per i bambini e le loro famiglie nel centro di Firenze. Creato dalla mente appassionata e creativa di Daisy Diaz, offre una vasta selezione di giocattoli di design, accessori e regali unici.


Baby Bottega is an innovative concept store for families with a wide selection of design toys, accessories and unique gifts in the center of Florence, created by the passionate and creative mind of Daisy Diaz.




5. BAMBOLE HAIRDRESSING *

Via il Prato, 38/a – 055.295922 – bambole-hairdressing.it


Boutique salon per i tuoi capelli.


Boutique salon for your hair.



6. BARBARELLA

Instagram: EaTutBa – eatutba.space


Le lampade Barbarella sono un atto concreto di “Manifesto dell Equilibrismo”. Sagome colorate che traggono ispirazione dall’equilibrio e dall’armonia tra l’uomo e la natura. Simboli di ispirazione e ricerca per portare equilibrio, presenza, modo di vivere consapevole, rispettando metodi di produzione ecosostenibili.


Barbarella’s lamps are a concrete example of “Manifesto dell’Equilibrismo”. Coloured silhouettes that draws inspiration from the balance and the harmony between man and nature. Symbols of inspiration and pursuit  to bring equilibrium, presence, and a conscious way of life. Respecting eco-sustainable production processes.

 


7. BJORK 

Via dello Sprone, 25r – 333.9795939 – bjorkflorence.com


Indipendent store d’impronta internazionale. Creatività e ricerca sono le parole chiave. Selezionata proposta di brand internazionali, pubblicazioni di moda/arte/fotografia e oggettistica di design.


An indipendent store aiming to provide a fresh offer of international contemporary brands, along with a wide selection of photography/art/fashion, magazines, books and design related articles. 




8. BRAC *

Via dei Vagellai, 18r – O55.0944877 – libreriabrac.net


Libreria di arte contemporanea, caffè e cucina. [lun-dom 11-15 // 18-21].


Library of contemporary art library, coffee and cooking. [mon-sun 11-15 // 18-21].




9. CIRCOLO TENNIS CARRAIA *

Via dell’Erta Canina, 26/A – tenniscarraia.matchenjoy.net


Dal 1965 tre campi all’aperto in terra rossa nel verde a due passi dal centro di Firenze. 

Crediamo nel valore positivo dell’impegno e della responsabilità dentro e fuori dal campo. 

Insegniamo a competere senza scuse o compromessi ma con alla fine una stretta di mano.


Since 1965 three outdoor clay tennis courts on a green hill in the center of Florence; we believe in commitment and responsibility both in and out of the court. We teach to compete hard, with no excuses or compromises but with a handshake at the end.



10. TERRA ROSSA *

Via dell’Erta Canina, 26/A – 055.0640142 – instagram: terrarossafirenze


Il ristorante Terrarossa prende ispirazione per il suo nome dai colori della suggestiva location del Circolo del Tennis Carraia.  Una cucina mediterranea ricca di sapori con un tocco fusion e un’estetica raffinata.


Terrarossa restaurant takes inspiration for its name from the colors of the charming location of Circolo del Tennis Carraia. A mediterranean cuisine rich in flavors with a fusion touch and a refined aesthetic.



11. FLORENCE FACTORY 

Via dei Neri, 6-8r – 055.2052952 – florencefactory.it


Florence Factory - Craftsmanship curating - è un concept store dedicato ad artigiani e designer locali. Propone una selezione di oggetti unici, contemporanei ed esclusivamente handmade tra cui gioielli, abbigliamento, accessori, borse e tanto altro ancora.


Florence Factory - Craftsmanship curating - is a concept store dedicated to local artisans and designers. It offers a selection of unique, contemporary and exclusively handmade items including jewelry, clothing, accessories, bags and more.





12. HEART TO HEART IN FLORENCE 

Via Santo Spirito, 54r – 3336441944 / 3387764143 – instagram: hearttoheart_inflorence


Heart to heart nasce nello storico negozio A&L tappeti, dove si trovano stoffe e tappeti antichi cercati e collezionati in tutto il mondo, così è nato questo brand che alla bellezza delle stoffe e dei tessuti non lascia più solo vestire le proprie case, ma anche le persone che le abitano.

Heart to Heart non porta solo un messaggio inerente alla moda, ma anche e soprrattutto quello inerente a uno stile di vita!


Heart to heart borns in the historical gallery L&A where ancient rugs and fabrics have been researched and collected all over the world. This is the mood the brand is growing. 

The beauty of rugs and fabrics usually used to dress up our homes ... now are ready to hug people who lives them. HTH is not only fashion but a real life style!



13. HOTEL PRINCIPE

Lungarno Amerigo Vespucci, 34 – 055.284848 – hotelprincipe.com


Posate lo sguardo sulla bellezza: vi basterà aprire le finestre della camera e godervi il fiume che scorre sotto di voi, oppure ammirare il giardino d’autore, perdendovi nell’armonia di piante e fiori. Saloni affrescati, finiture in marmo e dettagli ottocenteschi, combinati con arredi di design e oggetti d’arte contemporanea creano un’atmosfera raffinata dove collezionare ricordi.


Rest your gaze on beauty. You only need to open your room’s window and luxuriate in the peaceful Arno flowing under it. Or relax in our garden, losing your cares amidst its lush, flowered scenery. Frescoed halls, marble finishes and nineteenth-century details, combined with designer furnishings and contemporary art objects create a charming atmosphere where you can collect memories.



14. I VISIONARI 

Piazza Nazario Sauro, 14r – 055.282714 – ivisionari.com


Negozio di occhiali fondato nel 2011. Selezione contemporanea di brand unici e non convenzionali negli occhiali di design a livello internazionale.


Independent eyewear store established in 2011. Curated and contemporary selection of unique and unconventional eyewear design brands from all around the world.




15. KIDDIN' SHOP 

Viale Don Minzoni, 31/a – 055.0750645 – playgroundshop.com/it/kiddin.php


Kiddin’ é un concept store per bambini dai 3 mesi ai 14 anni dove all’interno si trovano accessori e brand di ricerca improntati su prodotti organici e naturali. É un negozio dinamico, un luogo dove i piccoli possono giocare è le mamme allo stesso tempo rilassarci e scambiare due parole.


Kiddin concept store aims to offer a great selection of accessories and brands with a strong focus on natural and organic materials for kids from 3 months to 14 years old. At Kidding also moms can enjoy their time off, while their kids play together.



16. MIO CONCEPT STORE 

Via della Spada, 34r – 033.46997493 – mio-concept.com


MIO è un concept store unico nel suo genere, che combina con successo creatività unica con sostenibilità e stile.  Qui troverai Street Art, gioielli, design sostenibile ed innovativo e regali creativi fatti a mano da artisti locali... Ispirati dall’eleganza della consapevolezza...


MIO is a one-of-a-kind concept store, successfully combining unique creativity with sustainability and style. Here you’ll find Street Art, Jewellery,  Life-enhancing Design and Creative Gifts handmade by local artists… Inspired by the Elegance of Awareness...




17. ORTI DIPINTI *

Borgo Pinti, 76 – 333.3824997 – ortidipinti.it


Orti Dipinti è un Community Garden innovativo dedicato alla didattica e integrazione sociale. Un luogo dove la terra è di nessuno, ma il lavoro per coltivarla è di tutti, così come il suo raccolto. [lun-ven 9-13].


Orti Dipinti is an innovative Community Garden devoted to education and social integration. A place where soil, work and harvest are shared by those who help in the garden. [mon-fri 9-13].




18. OSTELLO TASSO * 

Via Villani, 15 – 055.0602087 – ostellotassofirenze.it


Un luogo speciale che ospita eventi privati e shooting, dove gustarsi un drink ascoltando buona musica. Perfetto per incontrare persone della zona e da ogni parte del mondo.


A really exceptional place to host private events or photoshoots, where to enjoy a delicious cocktail while listening to good music. The ideal location to gather with local friends or meet new people from all around the world.



19. OVA *

Via Bernardino Poccetti, 1 – 339.2068818 – o-v-a.it 


È un nuovo spazio in divenire che nasce intorno al suo cuore pulsante: una fattoria biologica, dove trovare ortaggi, uova fresche, incontrare gli animali che vi dimorano e vivere esperienze outdoor a due passi dal centro città.


OVA is a new exciting project right outside of the city center. An organic farm where to find vegetables, fresh eggs and stroll among the animals to enjoy a  unique outdoor experience.


20. SILENO CHELONI

Via di San Niccolò, 72r – 375.5848649 – silenocheloni.com


Nel cuore di Firenze, il maestro profumiere Sileno Cheloni celebra il lato ritualistico della vita e il valore dell’olfatto, indagando l’imprevedibile complessità del mondo delle essenze tra le mura del suo laboratorio.


In the heart of Florence, master perfumer Sileno Cheloni celebrates the ritualistic side of life and the value of smell within the walls of his laboratory, investigating the unpredictable complexity of essences.



21. 9 ROSSO 

Borgo San Jacopo, 9r – instagram: nove_rosso 


Particolare, originale, piccola boutique dell’Oltrarno (a due passi da Ponte Vecchio) specializzata in bigiotteria vintage - anni ‘70-’90 - e contemporanea,  con un’accurata selezione di capi di abbigliamento, cappelli e accessori. Assolutamente non per tutte!!


Unique, original, small shop in the Oltrarno ( a stone’s throw from Ponte Vecchio) specializing in vintage - from ‘70-’90 - and modern costume jewelry, with a careful selection of clothing, hats and accessories. Absolutely not for everyone!!



*  with garden/terrace



UNUSUAL GARDENS



M. MAGNOLIA SOULANGEANA 

Piazza Beccaria


Giovane pianta di magnolia cornuta che fiorisce tutti gli anni a primavera regalando una gioia di colore alla piazza.


Young “Magnolia Cornuta” plant flourishes every year  during Spring, lifting the piazza with the joy of color and beauty.




1. ARCETRI – OSSERVATORIO ASTROFISICO

Largo Enrico Fermi, 5


L’origine del nome è “Arcis veteris”, in ricordo di un’antica fortificazione. Il documento più antico dove compare per la prima volta è una pergamena del 1083 Arcetri (Arcètri) è una piccola zona collinare a sud del centro di Firenze. Dal 1872 vi é collocato l’osservatorio astrofisico, essendo un punto molto buio della città. Nella stesse zone furono sede delle osservazioni dei satelliti di Giove da parte da Galileo Galilei. L’ osservatorio fu posteriore al periodo di Galileo Galilei.

(Cipressus Macrocarpa 500 anni circa).


The origin of the name is “Arcis veteris”, in memory of an ancient fortification. The oldest document where it appears for the first time is a parchment from 1083 Arcetri (Arcètri)  a small hilly area south of the center of Florence. In the same area was an observation site for  satellites of Jupiter by Galileo Galilei. The observatory came after the period of Galileo Galilei.

(Cipressus Macrocarpa 500 years alleged).




2. GIARDINO BARDINI 

Costa S. Giorgio, 2


Il Giardino Bardini integra tre giardini, diversi per epoca e stili:

- il giardino all’italiana, con la magnifica scalinata barocca;

- il bosco all’inglese che, con i suoi elementi esotici, rappresenta un raro esempio di giardino anglo-cinese;

- il parco agricolo in cui ha trovato posto un nuovo frutteto e lo splendido pergolato di glicini con il doppio ingresso da via dei Bardi e Costa San Giorgio, sulla collina di Montecuccoli. Già nel 1259 è citato un orto murato. Numerose sono le rose e gli iris piantati, oltre alle ortensie e altre piante decorative. Nella parte più bassa esiste un teatro verde, ricavato nella vegetazione in una concavità del terreno.


The Bardini Garden integrates three gardens, different by age and styles:

- the Italian garden, with the magnificent Baroque staircase;

- the English forest which, with its exotic elements, represents a rare example of Anglo-Chinese garden;

- the agricultural park in which a new orchard and the splendid wisteria pergola have found a home. Double entrance from Via dei Bardi and Costa San Giorgio, on the Montecuccoli hill.

In 1259 a walled vegetable garden is mentioned, numerous roses and irises are planted, in addition to hydrangeas and other decorative plants. In the lower part there is a green theater, carved in the vegetation in a concavity of the ground.




3. GIARDINO BOTANICA INFERIORE

 Piazza Pitti, 1


All’interno del giardino di Boboli, confinante con il giardino delle Specola, si trovano i giardini dedicati alla botanica. Luoghi di sperimentazione botanica per l’importazione e il trapianto delle prime piante esotiche a Firenze, dal 2013 sono patrimonio dell’umanità. Qui furono importati i limoni dai Medici, i quali crearono anche le prime limonaie. Le specie di agrumi, aumentando di esemplari, ebbero bisogno di una nuova collocazione, che venne pensata in grande: nacque così prima il Tepidario, sopraelevato nel gran piazzale, e poi la Limonaia, a completare la struttura della Botanica di Sotto, grande ricovero degno degli agrumi tanto amati. Le piante che oggi ospitano sono quelle originarie dell’epoca Medicea, perpetuate con l’innesto.

(Cedrus Ibrido di Atlantica: 200 anni circa - Cipressus: 150 anni circa)      


Inside the Boboli garden, bordering the Specola garden, lay the gardens dedicated to botany. Places for botanical experimentation, importation, and transplantation of the first exotic plants in Italy. Here, lemons were imported by the Medici, who also created the first limonaie, commissioned by Cosimo dei Medici. As the citrus specimens grew in number, the Tepidario and the big Limonaia were built to host them, creating the Botanica di Sotto complex. The plants here originate from the Medici period and are perpetuated with the graft.

(Atlantica Hybrid Cedar: 200 years alleged - Cypress: 150 years alleged)




4. GIARDINO BOTANICA SUPERIORE 

Piazza Pitti, 1


Realizzato nel 1766 su progetto di Niccolò Gaspero Paoletti e Giuseppe Ruggeri, racchiude al suo interno una grande varietà di specie, fra le quali acquatiche, succulente e palme di notevole interesse storico e botanico. E’ dotato di vasche per piante acquatiche di forma concentrica con vari settori realizzate sul disegno della vasca dell’orto botanico di Palermo, ma molto più ampie.

(Quercus Suber: 150 anni circa)


Created in 1766 by Niccolò Gaspero Paoletti and Giuseppe Ruggeri, it contains within it a great variety of species, including aquatic, succulents, and palms of considerable historical and botanical interest. It is equipped with tanks for aquatic plants of concentric shape with various sectors created on the design of the pool of the botanical garden of Palermo, but much larger.

(Quercus Suber: 150 years alleged)




5. GIARDINO DELLA CARRAIA 

Via dell’Erta Canina, 6r


Prende il suo nome dalla strada che veniva usata dai carri per attraversare la collina, in seguito fino agli anni 70 diventa Giardino degli Arcieri perché qui vi tenevano lezioni di tiro con l’arco. All’interno del giardino, oltre ai colossali alberi, vi è una grande scalinata doppia di fine Ottocento di Poggi. Oggi è gestito dal comitato di San Niccolo e aperto gratuitamente al pubblico.

(Cedrus Atlantica: 200 anni circa)


It takes its name from the road that was used by carts to cross the hill, then in the 70s it became the Archery’s Garden because there were archery lessons commonly held. Inside the garden, in addition to the colossal trees, there is a large double staircase from the late nineteenth century of Poggi. Today it is managed by the San Niccolo committee and is open to the public for free.

(Cedrus Atlantica: 200 years alleged)



6. GIARDINO DEL CASTELLO DEL BISARNO 

Via di Badia a Ripoli, 5


Il Castello del Bisarno è una dimora storica risalente al 1200 che ebbe origine come fortino.

All’interno, grazie all insediamento dello scienziato ed esploratore Odoardo Beccari, è presente un bellissimo giardino all’italiana in cui convivono moltissime specie esotiche e una vasta collezione di agrumi. Famoso in tutto il mondo il suo scritto “Nelle Foreste di Borneo. Viaggi e ricerche di un naturalista 1902”, caposaldo della letteratura di viaggio. 

Nel parco del castello le specie più di rilievo:

(Quercus Suber: sughera di notevole dimensione. 250-300 anni circa - ubaea Chilensis: palma del Cile di notevoli dimensioni. 150 anni circa - Nannorops Ritchieana: 130-150 anni circa - Pinus Pinea: 250 anni circa


Castello del Bisarno is a historical residence that sees its origins as a 13th century fort.

Within its walls, thanks to scientist and explorer Odoardo Beccari, there  is a beautiful example of Italian garden where coexist several different exotic species and a vast collection of citrus fruit.

Very popular worldwide is his essay - Nelle Foreste di Borneo. Viaggi e ricerche di un naturalista 1902- considered a cornerstone of travel literature. 

In the castle’s park the most relevant species are:

(Quercus Suber: very big specimen of Cork Oak. 250-300 years alleged - Jubaea Chilensis: very big specimen of Chilean Wine Palm. 150 years alleged - Nannorops Ritchieana: 130-150 years alleged - Pinus Pinea: 250 years alleged)



7. GIARDINO DELL’IRIS  

Viale Michelangelo, 82


Nasce nel 1954 per ospitare la premiazione del concorso internazionale per la migliore qualità di Iris per specie e varietà. La città di Firenze è molto legata a questo fiore poiché l’”Iris fiorentina” ne è il suo emblema. Visitabile dal 25 aprile al 20 maggio durante le fioriture.


Founded in 1954 to host the award ceremony of the international competition for the best quality of Iris species and varieties. The city of Florence is closely linked to this flower and the “Florentine Iris” is its emblem. It can be visited from April 25th to May 20th during bloom.



8. GIARDINO DELL’ORTICOLTURA 

Via Vittorio Emanuele II, 4


Nasce nel 1859 quando alla società toscana di orticoltura viene concesso un terreno nel sito di quella che fu porta San Gallo, proprietà del marchese Ginori. Dal 1876 è sede di mostre ed esposizioni di piante. Nel 1880 viene edificato un tepidario di enormi dimensioni progettato dall’architetto Roster e realizzato dalle Officine Michelucci di Pistoia.


Founded in 1859 when the Tuscan horticultural company was granted land on the site of what was once Porta San Gallo, property of the Marquis Ginori. Since 1876 it has been the place to visit for plant exhibitions. In 1880 a huge tepidarium was built by architect Roster and built by the Officine Michelucci of Pistoia.



9. GIARDINO DEI SEMPLICI 

Via Pier Antonio Micheli, 3


Terzo orto botanico per antichità nel mondo. La sua origine risale al 1545 per volere di Cosimo I dei Medici e disegnato da Niccolò detto Il Tribolo. 

Il giardino prende nome dalle piante medicinali dette “semplici” a cui era destinato.

(Taxus Baccata: 290 anni circa - Quercus Suber: 200 anni circa - Zelkova Serrata: 120 anni circa - Taxodium Mucronatum: 150 anni circa)


Giardino dei Semplici is the third oldest botanical garden in the world. Its origin dates back to 1545 at the behest of Cosimo I dei Medici and designed by Niccolo, otherwise called Il Tribolo. The garden takes its name from the “simple” medicinal plants for which it was intended.

(Taxus Baccata: 290 years alleged - Quercus Suber: 200 years alleged - Zelkova Serrata: 120 years alleged - Taxodium Mucronatum:150 years alleged)



10. GIARDINO DELLE SCUDERIE DI PORTA ROMANA 

Piazzale di Porta Romana


Fu realizzato nel periodo di Firenze capitale, tra il 1866 e il 1869, per necessità della la corte di disporre di scuderie più ampie di quelle esistenti in città. Attualmente è la sede del Liceo Artistico di Firenze e della sua gipsoteca. L’ingresso al giardino è confinante con Porta Romana e il Giardino di Boboli, di cui era un’appendice. Il viale d’ingresso conduce ad un galoppatoio circoscritto, sulla ronda finale, da una bellissima esedra di Ippocastani. Al centro ospita un grande prato in cui potersi sdraiare all’ombra di pini centenari.

(Pinus Contorta: 200 anni circa)


Built while Florence was the capital, between 1866 and 1869, for the need of the court to dispose of stables wider than those existing in the city. Currently it is the home of the Artistic High School of Florence and its plaster collection. The entrance to the garden is bordering Porta Romana and the Boboli Gardens, of which it was an appendix. The driveway leads to a circumscribed ridge on the final round by a beautiful horse chestnut exedra. In the center there is a large lawn where you can lie down in the shade of centenary pines.

(Pinus Contorta: 200 years alleged)



11. GIARDINO DELLE ROSE 

Viale Giuseppe Poggi, 2


Creato da Giuseppe Poggi nel 1865. Dal 1895 viene aperto al pubblico per la festa delle Arti e dei Fiori voluta dalla Società delle belle arti e dalla Società italiana d’orticoltura.Ospita 1000 varietà di specie botaniche e 350 specie di rose antiche. Al suo interno troviamo anche un’interessante riproduzione di giardino giapponese.


Created by Giuseppe Poggi in 1865. Since 1895 it has been open to the public for the Arts and Flowers Festival commissioned by the Society of Fine Arts and the Italian Horticulture Society. It hosts 1000 varieties of botanical species and 350 species of ancient roses. Inside we also find an interesting reproduction of a Japanese garden.


 

12. GIARDINO STIBBERT 

Via Federigo Stibbert, 26


Questo giardino è uno dei pochi esempi di parco eclettico ottocentesco rimasto intatto a Firenze. Sono presenti ben 56 specie con oltre 600 esemplari, tutte classificate e identificate da appositi cartellini che indicano quale pianta state osservando: tigli, pini, lecci, ippocastani, palme, cipressi. Nel 1859 Frederick Stibbert dette a Giuseppe Poggi l’incarico di ristrutturare la villa e di sistemare il parco circostante, entrambi Massoni crearono nel giardino una serie di percorsi allegorici arricchiti da elementi decorativi come colonne e statue, che conducono, come in una iniziazione, al tempietto egiziano sospeso su di un isola di riferimento mitologico.


This garden is one of the few examples of nineteenth-century eclectic park that has remained intact in Florence. There are as many as 56 species with over 600 specimens, all classified and identified by special tags that indicate which plant you are observing: linden trees, pines, holm oaks, horse chestnuts, palms, cypresses. In 1859 Frederick Stibbert gave Giuseppe Poggi the task of renovating the villa and arranging the surrounding park, both Masons created in the garden a series of allegorical paths enriched with decorative elements such as columns and statues, which lead, as in an initiation, to an Egyptian temple suspended on a mythological reference island.





INSTAGRAM: unusualflorence/#unusualflorence


FACEBOOK: facebook.com/unusualflorence


MAIL: unusualflorence@gmail.com



General manager: Barbara Fontani

English social media manager: Filippo Anzalone

Social media supported: Ginevra Marchionni

Photographer: Greta Citti

Graphic designer: Carola Gargani

Graphic designer assistant: Noemi Lalli



Botanical Theme a cura di Barbara Fontani

Contributor Botanical Massimo Pettini e Daniele Matteucci

MADE WITH LOVE